In Franz Liszt e la principessa de Sayn-Wittgenstein, Adelheid von Schorn, in corrispondenza per lunghi anni con il maestro ungherese, riferisce della lettera scritta da Liszt il giorno dopo il suo arrivo a Venezia: «Il mio illustrissimo amico mi ha magnificamente alloggiato in un ampio appartamento nel superbo Palazzo Vendramin, appartenuto in altri tempi alla duchessa du Berry: suo figlio, il Duca della Grazia, n’è ora il proprietario e Wagner ne sarà il locatario per un anno. Lo splendido arredo porta ancora l’impronta ancien régime ed è perfettamente conservato. Il Palazzo si trova in buone condizioni, così Wagner non ha alcuna spesa da sostenere, nemmeno per le stoviglie ed altri requisiti solitamente mancanti. Dal mio primo soggiorno del 1837 sono stato catturato da Venezia. Ciò non diminuirà questa volta, anzi».

La data di costruzione di Ca’ Vendramin Calergi è incerta, ma gli storici fissano l’inizio dei lavori nel 1481. Conosciuto anche come Palazzo Loredan, dalla famiglia del patriziato veneziano che per prima legò il proprio nome alle sue fortune, il palazzo fu ceduto nel 1581 al Duca di Brunswick e, in seguito, divenne proprietà di Guglielmo III Gonzaga, duca di Mantova … ».

app-store-download-appdocumentary2 android-logo